Villa Air-Bel

Pagine 496
Euro 21,00


Anni Trenta a Parigi. Le menti più brillanti, gli artisti più famosi d’Europa ne avevano fatto il loro cenacolo. I surrealisti e quegli intellettuali precedentemente fuggiti dalla rivoluzione russa, vivevano nella capitale francese una stagione entusiasmante per creatività e ribellione ai vecchi schemi “borghesi”. Cosa poteva interrompere un simile sconvolgente fermento? La seconda guerra mondiale, con l’invasione nazista in Francia manda in frantumi questo universo privilegiato. Il libro è la drammatica rappresentazione - con una ineccepibile documentazione storica, spesso inedita - non solo d’una atroce persecuzione, ma anche d’una tormentata salvezza. A Marsiglia, con la “complicità” d’una provvidenziale villa e con il determinante intervento di un Comitato di soccorso americano, ebrei, dissidenti politici, pittori e romanzieri comunisti trovarono la salvezza dopo infinite peripezie. È questa anche la storia sconvolgente di Marc Chagall, André Breton, Max Ernst, Victor Serge, Walter Benjamin, Simone Weil e tanti altri che hanno lasciato un segno nella cultura internazionale. Pablo Picasso con la sua “Guernica” prorompe nella scena con un’efferata rappresentazione di odio e distruzione. Una storia raccontata con straordinari risvolti umani, a volte ironici e grotteschi. Una storia di personaggi indimenticabili in uno scenario che non si può e non si deve dimenticare.


© Edizioni dell'Altana - P.IVA 04830841005