La madre dell’ultimo profeta

Pagine 118
Euro 13,00


"...lei stava ad occhi asciutti, immoti e senza sguardo. Come avesse potuto risolverlo lei, la madre, il problema più grande di tutti, il problema dell’ingiustizia nel mondo fatto da Dio; l’interrogativo insoluto agli ebrei ed ai cristiani, quello che si scioglierà – è detto – solo nel grande shalòm che avrà vita nella Nuova Gerusalemme"


Una donna, divenuta tardivamente madre, scopre l’eccezionalità del destino che condiziona drammaticamente l’esistenza del figlio. Romanzo, lo è certamente questo libro di Alessandra Lavagnino, per vigore narrativo e originalità d’ispirazione. Ma è anche, "La madre dell’ultimo profeta", sapiente trasposizione nel contesto attuale della realtà storica palestinese agli albori neo-testamentari, con la "impietosa" indagine nelle più segrete pulsioni della condizione femminile.

E infine, il libro che qui presentiamo, appare anche come una sorta di visione "magica" che ingloba le caratteristiche ora esposte - narrativa, storica, psicologica - in una simbiosi che la "tela del ragno" avvolge, rinsalda, sublima.

Sceglierà il lettore a quali di queste molteplici interpretazioni attenersi a conclusione del volume. Ma è anche probabile che altre ne scopra per proprio conto, affascinato da un testo che per spessore di contenuti e nitore di scrittura si afferma con eccezionale rilievo nel panorama letterario italiano.


© Edizioni dell'Altana - P.IVA 04830841005