Giacomo Leopardi


Giacomo Leopardi

(Recanati 1798 - Napoli 1837), a sinistra in un ritratto giovanile del pittore S. Ferrazzi. La sua Storia dell’astronomia, scritta nel 1813 a soli 15 anni, insieme con il successivo Saggio sopra gli errori popolari degli antichi, precede e per molti versi preannuncia la "conversione poetica" del 1816. Lungi dall’essere prodotto di mera erudizione, testimonia il maturarsi del genio che si affermerà compiutamente nelle Operette morali (1827), nei Canti (1831 e 1835), nell’Epistolario e nello Zibaldone.


© Edizioni dell'Altana - P.IVA 04830841005