A Praga e altrove

Pagine 176
Euro 16,00


Quattro racconti. Quattro situazioni di vita osservate attraverso la sensibilità di una giovane donna ebrea perseguitata. In fuga da Praga e l’approdo a Parigi: primo esaltante periodo con fermenti intellettuali e politici condivisi con altri rifugiati, scrittori e artisti. Poi su tanto fervore s’abbatte l’ombra nazista: l’internamento, la fuga all’estero, l’esperienza in Marocco e in Messico. Alla fine il ritorno a Praga. Il tutto scandito da questi quattro racconti che racchiudono, con l’intensità e le emozioni di brevi romanzi, squarci di vita reale, a volte drammatici, a volte ironici o grotteschi; sempre, però, di una suggestione narrativa coinvolgente.

L’autrice riesce a dare dell’Europa dell’epoca un quadro tragico e universale, filtrato da rara intelligenza e acutezza psicologica. Praga, Parigi, Casablanca, Città del Messico, Belgrado e poi di nuovo Praga: sono mete più dello spirito che geografiche. Lì l’autrice matura, soffre, s’immerge in una realtà di cui svela i risvolti con un’emozione che non si dimentica.


© Edizioni dell'Altana - P.IVA 04830841005